Seleziona una pagina

Impianti antincendio, cosa dice la normativa vigente e quali tipologie esistono: tutto quello che devi sapere.

Gli impianti antincendio sono dei dispositivi elettronici il cui scopo è quello di poter prevenire un incendio e allarmare le persone presenti per tempo, in modo da poter intervenire rapidamente. Scopriamo insieme tutto ciò che devi sapere.

Le tipologie

Al giorno d’oggi sono presenti in circolazione diverse tipologie di impianti sulla base delle richieste specifiche di ogni individuo. Tra di esse abbiamo:

  • Gli impianti passivi, che ci aiutano a preservare le persone e anche le cose dall’azione delle fiamme. Si tratta, ad esempio, delle distanze di sicurezze interne, dei sistemi di ventilazione, ma anche delle porte tagliafuoco e di ogni altro tipo di barriera anti incendio, e dei muri tagliafuoco o delle vie di fuga.

Tali dispositivi aiutano a ridurre l’azione del fuoco, limitando la propagazione delle fiamme e dei loro effetti dannosi.

  • Gli impianti attivi. A differenza di quelli visti, gli impianti antincendio attivi svolgono un ruolo di primo piano perché si attivano non appena rilevano l’incendio. Anche in questo caso possiamo fare una distinzione tra gli impianti antincendio di segnalazione, che hanno il compito di segnalare l’incendio, e gli impianti completi che attivano anche l’acqua o altri sistemi per spegnere, soffocare o comunque limitare l’azione del fuoco.

Cosa dice la normativa vigente

La normativa vigente prevede che la presenza di impianti antincendio non è sempre obbligatoria, se non nei casi previsti dalla legge (ad es. nei locali pubblici, aziende private aperte al pubblico come locali, bar, ecc). La legge quindi stabilisce quando è obbligatorio dotarsi di questi impianti che in alcuni casi possono consistere anche solo in estintori e in porte tagliafuoco.

Sicurit da sempre è specializzato in impianti antincendio che ti assicurano la giusta protezione in situazioni di pericolo impreviste. Per maggiori informazioni consulta il nostro sito.